La fatturazione elettronica

Ormai non si parla d’altro… Dal 1° gennaio 2019 tutte le fatture emesse, per operazioni effettuate tra soggetti residenti e stabiliti in Italia, dovranno essere esclusivamente in formato elettronico.

Cosa è una fattura elettronica

La fattura elettronica è sostanzialmente un file in formato XML che deve essere inviato al proprio cliente tramite il Sistema di Interscambio (SdI).

Il SdI altro non è che un “postino” che verifica la correttezza della fattura e la recapita al destinatario all’indirizzo telematico scelto da quest’ultimo.

Soggetti esonerati

Sono esonerati dall’emissione della fattura elettronica i soggetti che rientrano nel “regime di vantaggio” (ex minimi) e quelli che adottano il regime forfettario.

E’ bene precisare comunque che questi soggetti hanno la facoltà di emettere le fatture in formato elettronico.

Considerando che riceveranno fatture in formato elettronico da operatori obbligati, devono valutare l’adozione della fattura elettronica magari utilizzando gli strumenti gratuiti messi a disposizione dall’AdE.

A questi si aggiungono i piccoli produttori agricoli che sono già esonerati per legge dall’emissione della fattura.

Come predisporre una fattura elettronica

Per emettere una fattura elettronica occorre avere un PC, un tablet o uno smartphone e un software che consente la compilazione della fattura in formato XML.

L’AdE mette a disposizione 3 strumenti gratuiti per la predisposizione della fattura elettronica. In alternativa è possibile utilizzare qualsiasi software privato.

Il codice destinatario

Qualunque sia lo strumento utilizzato, particolare attenzione deve essere posta al codice destinatario, che rappresenta l’indirizzo telematico dove recapitare le fatture.

Infatti, la fattura elettronica può essere recapitata o all’indirizzo PEC o al codice destinatario, che solitamente è fornito da un intermediario o da un provider.

Il codice destinatario può essere compilato con il codice di 7 cifre alfanumerico comunicato dal cliente.

Se quest’ultimo dovesse, invece, comunicare un indirizzo PEC il codice destinatario deve assumere valore “0000000”.

Se il cliente non comunica alcun indirizzo telematico, o è un consumatore finale o un operatore esonerato, il codice destinatario dovrà assumere valore “0000000”.

In questo caso il SdI non riuscirà a consegnare la fattura elettronica al cliente, ma la metterà a disposizione di quest’ultimo nella propria area riservata del portale dell’Ade.

Inviare la fattura elettronica

La fattura elettronica dovrà essere inviata tramite il SdI, senza questo passaggio la fattura si considera non emessa.

La fattura elettronica può essere trasmessa attraverso:

  • il servizio online presente nel portale “Fatture e Corrispettivi”;
  • la procedura web o l’App Fatturæ messe a disposizione gratuitamente dall’AdE;
  • la propria PEC, inviando il file come allegato all’indirizzo “sdi01@pec.fatturapa.it“;
  • si può utilizzare un canale telematico preventivamente attivato, essenzialmente un Hub fornito da molti provider o fornitori di gestionali (vedi Aruba, CGN, Zucchetti, ecc.).

Conservazione delle fatture elettroniche

Sia chi emette che chi riceve una fattura elettronica è anche obbligato, per legge, a conservarla elettronicamente.

Conservare elettronicamente non significa però salvare semplicemente il file sul proprio pc o altro dispositivo.

La conservazione digitale a norma è un processo regolato tecnicamente dal Codice dell’Amministrazione Digitale, il famoso CAD.

L’AdE mette a disposizione gratuitamente il servizio di conservazione elettronica a norma per tutte le fatture emesse e ricevute attraverso il SdI.

Conclusioni

La fatturazione elettronica è sicuramente una rivoluzione che comporterà difficoltà per chi ha poca dimestichezza con la tecnologia.

Se da un lato ci saranno risparmi in termini di consumo di carta, costi di stampa, spedizione e conservazione dall’altro ci saranno dei costi legati all’acquisizione della strumentazione digitale e alle competenze.

La fatturazione elettronica deve comunque essere vista come un’occasione soprattutto per i giovani imprenditori e professionisti che hanno a disposizione strumenti, conoscenze e competenze.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *