Tassa annuale vidimazione libri sociali

Il 16 marzo 2020 scade il termine per il versamento della tassa annuale per la vidimazione dei libri e dei registri sociali obbligatori.

L’adempimento riguarda le società di capitali, le società in liquidazione ordinaria e quelle sottoposte a procedure concorsuali (escluso il fallimento) a condizione che sussista l’obbligo di tenuta di libri numerati e bollati secondo le disposizioni del Codice civile.

I soggetti esonerati sono: imprese individuali, consorzi tra imprese, società di persone, società cooperative e di mutua assicurazione, enti non economici, aziende ospedaliere; aziende socio sanitarie, associazioni, fondazioni organizzazioni di volontariato, società di capitali dichiarate fallite, consorzi che non hanno assunto la forma di società consortile.

La tassa annuale è dovuta in misura forfetaria, indipendentemente dal numero di libri o pagine utilizzati durante l’anno e sostituisce il costo della tassa di concessione governativa per la vidimazione dei libri sociali (libro assemblee soci, libro decisioni consiglio di amministrazione, ecc.);

La tassa è deducibile ai fini IRES e IRAP.

Per il versamento da effettuare entro il 16.03.2020, va fatto riferimento al capitale sociale/fondo di dotazione al 1° gennaio 2020, ed è pari a:

  • 309,87 euro , se il capitale/fondo di dotazione, non supera 516.456,90€
  • 516,46 euro , se il capitale/fondo di dotazione, supera 516.456,90€.

Richiedici un preventivo personalizzato gratuito per la tua contabilità completamente online…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *